Dopo il Golpe, missione PD in Turchia: “Rafforzare democrazia e stabilità”

La sede della Grande Assemblea turca bombardata la notte del 15 luglio scorso è l’immagine che racconta meglio di qualsiasi altra cosa è stato il tentato colpo di stato in Turchia. Con la collega Marietta Tidei abbiamo appena concluso una missione per conto dei Deputati PD ad Ankara e Istanbul. Abbiamo incontrato esponenti di tutti i partiti politici che quella notte sono stati unanimi nel condannare la violenza dei militari: la più bella testimonianza che portiamo a casa è il racconto di come quella notte, mentre volavano gli aerei e gli elicotteri a bassa quota, i parlamentari di tutti i partiti siano andati al Parlamento, esponendosi direttamente a dei rischi, anche perché l’Assemblea poi è stata bombardata.

Oggi la realtà che vive la politica è già molto cambiata. Con Selahattin Demirtaş leader di HDP e Selin Sayek Böke portavoce del CHP abbiamo in particolare discusso di come la fine dell’immunità parlamentare compromette la libertà di opinione dei parlamentari di opposizione.

Nel corso degli incontri con la società civile turca, in particolare con giornalisti, accademici e associazioni, abbiamo raccolto la preoccupazione rispetto alla dura repressione che sta colpendo in particolare la stampa e il settore dell’educazione. Questi incontri hanno confermato la necessita’ di mantenere e rafforzare legami con queste realtà della vita culturale e associativa turca che contribuiscono ad arricchire la vita democratica del paese.

Oltre all’unità dei partiti nel condannare il golpe ha sconfitto i militari, nelle prossime settimane servirà un vero sforzo di inclusione nazionale, di tutte le posizioni politiche e della società civile, per tutelare le libertà e la democrazia turca. Solo con la costruzione di un ampio consenso nazionale, che coinvolga tutte le forze politiche, anche di opposizione, e le realta’ vive della societa’ civile, la Turchia potra’ risolvere i tanti nodi, interni ed esterni, di questa fase. Con questa visita, abbiamo voluto confermare che il Partito Democratico e’ a fianco di tutti gli attori che lavorano e continueranno a lavorare per un rafforzamento della democrazia e per la stabilita’ della Turchia.

#unità #golpe #Turchia #cooperazione #politicainternazionale #politicaestera #partitodemocratico #diariodibordo