Il semestre italiano è stato un cambio di marcia per l’Europa


“Per anni il nostro Paese – aggiunge – ha usato l’Europa per nascondersi rispetto ai propri doveri, noi abbiamo ribaltato questo schema. Grazie all’assunzione di responsabilità abbiamo mosso i primi passi per un cambio di marcia dell’Italia e dell’Europa stessa”.

“In questo senso l’Europa che verrà – dice ancora la deputata Pd – deve molto al lavoro fatto dall’Italia sugli investimenti, mentre i fatti di Parigi testimoniano come sia necessario che l’Europa sia presente come soggetto politico sul fronte internazionale”.

“L’Europa come soggetto politico, un tema sul quale l’Italia si è battuta facendo fare importanti passi avanti all’Unione. Ora tanti auguri alla Lettonia perché continui su questo cammino”.