A 70 anni da Hiroshima servono passi avanti per il disarmo nucleare

“A pochi mesi dal 70° anniversario dalle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki, si inaugura oggi a Roma la mostra ‘Senzatomica’, visitabile gratuitamente e fino al 26 aprile negli spazi della Pelanda all’interno dell’ex Mattatoio di Testaccio. La mostra rappresenta un’occasione per riconoscere il disarmo nucleare anche come una priorita’ politica e per promuovere passi in avanti concreti da parte della comunita’ internazionale. Tra poche settimane si terra’ a New York la Conferenza di revisione del Trattato di Non Proliferazione Nucleare del 2015, che offre una chance per ridare credibilita’ al TNP come strumento per liberare l’umanita’ dalla minaccia di una catastrofe nucleare”. Lo affermano le deputate del Pd Stella Bianchi e Lia Quartapelle.

“Le crescenti instabilita’ in alcune aree del mondo, anche molto vicine a noi, sono ombre scure e minacciose. Sono passati venticinque anni dalla fine della guerra fredda, ma siamo ancora molto lontani da una piena e ferma condanna delle armi nucleari.

Alla conferenza di Vienna sull’impatto umanitario delle armi nucleari e’ emerso il paradosso che proprio l’arma piu’ letale e catastrofica dal punto di vista delle conseguenze umanitarie, e’ l’unica a non essere stata messa al bando dal diritto internazionale – proseguono -. L’Italia riconosce le catastrofiche conseguenze umanitarie delle armi nucleari. Pertanto, deve svolgere una funzione di orientamento e di mediazione per i partner, e promuovere una messa al bando inequivocabile e giuridicamente vincolante, al pari di quelle biologiche e chimiche, anche di queste armi di distruzione di massa”.

#politicaestera #politicainternazionale #ucraina