Approvato il Decreto “Destinazione Italia” ed emendamento sulla M4

Quest’oggi la Camera ha approvato il Decreto Destinazione Italia. Sono tre i principali ambiti d’intervento.

Gli interventi nel settore energetico hanno introdotto novità rilevanti sotto distinti profili, quali la riduzione dei costi gravanti sulle bollette elettriche, gli indirizzi strategici dell’energia geotermica, la certificazione energetica degli edifici e lo sviluppo di tecnologie di maggior tutela ambientale.

Tra gli interventi volti a favorire le imprese, si segnalano la riforma della disciplina degli incentivi all’autoimprenditorialità con misure volte a sostenere la creazione e lo sviluppo di piccole imprese possedute in prevalenza da giovani e da donne e riqualificazione produttiva di aree di crisi industriale; il credito di imposta a favore delle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo; le norme in materia di internazionalizzazione delle imprese e di facilitazione dell’ingresso e del soggiorno in Italia per lavoratori extracomunitari impiegati nelle startup innovative; norme riguardanti la digitalizzazione e la connettività delle piccole e medie imprese e misure per favorire la risoluzione di crisi aziendali e difendere l’occupazione.

Il provvedimento contiene misure volte ad ottimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili per il piano di interventi previsti per la manifestazione EXPO 2015  e ulteriori interventi in materia di opere pubbliche, che hanno sia portata generale sia portata più ristretta in quanto settoriale , ovvero locale. Proprio in merito al tema delle opere connesse all’evento, insieme con il collega on. Peluffo, ho presentato un emendamento che ha permesso di prorogare i termini per ricevere i contributi dallo Stato, parliamo di 172,2 milioni di euro, relativi ai lavori d M4 (i termini della stipula del contratto con l’ultima approvazione del decreto sono stati portati al 31 dicembre 2014). Un risultato importante per Milano.

#destinazioneitalia #expo #imprese