top of page

ELEZIONI 25 SETTEMBRE 2022

Sarò candidata nella mia città, a Milano, nel lista del Partito Democratico subito dopo il segretario Enrico Letta. Voglio ringraziare i circoli e le iscritte e gli iscritti del PD Milano Metropolitana che mi hanno voluto indicare, insieme al mio partito e al segretario che mi hanno voluta in questa lista. Ringrazio le persone con le quali facciamo attività politica da anni - e con cui continueremo a farla - insieme alle cittadine e ai cittadini con cui abbiamo dialogato e discusso da quando sono deputata.




Prima di iniziare questi 40 giorni di campagna elettorale, mi sono interrogata sul perché farlo. Non volevo mettere il pilota automatico, dando per scontato un impegno che dovuto non è ma è onore e servizio. In queste ore si discute di seggi, di esclusioni eccellenti e passa ahimè il messaggio che si faccia politica per i posti. Certo, servire nelle istituzioni dà più forza alle battaglie. Ma non basta un seggio per cambiare le cose. Servono sostegno, mobilitazione e motivazione.


Farò campagna elettorale per dare voce e farmi carico delle esigenze di chi fa fatica. Le mamme che lavorano e insieme si prendono cura dei figli. Chi ha una attività e in questi due anni ha dovuto fare i conti con l’incertezza come mai prima. Chi cerca un lavoro, e non lo trova nonostante abbia studiato. Chi vuole vivere liberamente un amore senza tutti i diritti per farlo. È per queste persone che farò campagna elettorale. A Milano e in provincia in questi anni ne ho incontrate e ascoltate molte e ho capito che la sensazione di solitudine, la difficoltà di arrivare alla fine delle mese, il senso di ingiustizia sono aumentati per molti e molte. Non sempre le politiche messe in campo sono state all’altezza delle esigenze e delle difficoltà dei cittadini.


La destra vuole ridurre le tasse ai ricchi e tagliare così i servizi di welfare. Noi vogliamo rafforzare e innovare lo stato sociale. Rafforzare, perché nei momenti di difficoltà c’è più bisogno di protezione e aiuto. Innovare, perché non è detto che le ricette del passato siano ancora adatte al mondo di oggi. Case alla portata di tutti, lavoro dignitoso e pagato il giusto, nidi e scuole dell’infanzia per tutti, scuole belle e moderne, ospedali che funzionano. È per questo che farò campagna elettorale.

La campagna elettorale è un momento fondamentale della democrazia: incontri, discussioni in cui i partiti, i candidati si sottopongono al giudizio degli elettori che arriverà attraverso il voto. Spero quindi in queste settimane di incontrarci, e fare insieme questo cammino.

bottom of page