Interpellanza riguardo la tassazione sulle transazioni finanziarie (ttf)

Oggi ho presentato una interpellanza riguardo lo stato dei lavori riguardo la tassazione sulle transazioni finanziarie. Come procedono i lavori e quale sarà la destinazione dei proventi della tassazione, in particolare con riferimento alle politiche nazionali di lotta alla povertà e alle politiche di cooperazione internazionale e di contrasto ai cambiamenti climatici a livello internazionale.

Ho ricordato anche che la tassazione sulle transazioni finanziarie è sostenuta da una campagna globale che ha raccolto più di un miliardo di firme. In Italia, in particolare, è attiva una campagna delle organizzazioni non governative e del terzo settore, la campagna Zerozerocinque, che preme con grande forza su questo tema.

Il nostro è un Paese che ha fatto una riforma importante sul tema della cooperazione internazionale, è un Paese che a livello internazionale si sta molto spendendo sulla questione del generare risorse addizionali per la cooperazione internazionale, anche attraverso misure di questo tipo, e quindi sarebbe interessante capire se sul gettito della tassazione delle transazioni finanziarie si può fare un ragionamento che tenga conto della leadership espressa dall’Italia sul tema delle risorse addizionali per lo sviluppo.

La Sottosegretaria di Stato per l’economia e le finanze ha risposto che i Ministri di dieci Stati cooperanti hanno sottoscritto una dichiarazione congiunta, ribadendo l’impegno finalizzato al raggiungimento di un accordo politico che potesse consentire l’applicazione dell’imposta sulle transazioni finanziarie a partire dal 1o gennaio 2016. L’Italia, che già applica a livello nazionale forme di prelievo sulle transazioni finanziarie, sin dalla presentazione della proposta di direttiva ha assunto un ruolo attivo, sia per quanto riguarda la discussione sui tavoli tecnici, sia dal punto di vista politico. La delegazione italiana supporta la costruzione di un modello di imposta che possa avere, anche a seguito di progressive estensioni, un campo di applicazione appropriato, scongiurando, tuttavia, potenziali impatti negativi sul funzionamento del mercato finanziario e sull’economia reale.

Prima parte


Seconda parte


#cooperazione #liaquartapelle #parlamento