L’incontro con il Presidente Napolitano al Quirinale


Schermata 2013-10-03 a 21.53.06

Ieri il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto il comitato promotore delle celebrazioni dell’anniversario dell’approvazione del “Progetto Spinelli” dal Parlamento Europeo. Dopo gli interventi del Presidente del Comitato, Giuliano Amato, e del Presidente del Movimento Europeo in Italia, Virgilio Dastoli, è stata la volta del mio intervento. E’ stato molto emozionante ricordare Altiero Spinelli davanti al Presidente della Reppublica. Di seguito un estratto del mio intervento.

“Appartengo a una generazione che è forse la prima generazione europea nei fatti. Siamo stati chiamati la generazione Ryanair o la generazione Erasmus (vale la pena di ricordare che ci sono 230mila ragazzi ogni anno che beneficiano del progetto Erasmus) ma in Italia siamo anche la generazione che vede nell’Europa un orizzonte di futuro, cioè il luogo dove cercare lavoro quando le prospettive nazionali sono ridotte.

La nostra è però una generazione che da’ per scontato e forse non ha neanche bene idea di cosa significa nei fatti l’Europa: un livello di servizi di welfare e di protezione sociale senza eguali al mondo, ma soprattutto la possibilità di vivere in un’area del mondo in cui godiamo di 70 anni di pace ininterrotti. Questo si è tradotto in comportamenti elettorali, non solo in Italia, ma anche recentemente in Germania e Austria, dove i giovani premiano elettoralmente le posizioni dei partiti euroscettici. È il tempo di quella che è stata definitiva una controffensiva europeista: non per difendere l’Europa come è, ma per spiegare a cosa serve l’Europa, cosa è cambiato in questi anni e soprattutto per immaginare un futuro europeo che tenga conto di come è cambiato il mondo. Controffensiva che in particolare i giovani eletti nel Parlamento italiano hanno la responsabilità di condurre, anche a partire dalle iniziative dei deputati under 35 sul tema della disoccupazione giovanile. In questo sforzo, ispirarsi all’esempio di Spinelli è ovviamente fondamentale.”

Il comunicato del Quirinale:

http://www.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Comunicato&key=15648

#napolitano #quirinale