top of page

PATRICK ZAKI LIBERO

Ero al presidio di @amnestyitalia in Piazza della Rotonda a Roma quando è arrivata la notizia: dopo più di tre anni Patrick Zaki è libero.


La sua liberazione è avvenuta grazie all’impegno e alla costanza di chi non ha mai smesso di raccontare e denunciare. Con @nomfup abbiamo seguito dall’inizio la vicenda di Patrick, facendo la nostra parte:


1. Partecipando e sponsorizzando la raccolta firme di @stationtostation2agosto e @change.org_italia (alla fine di firme ne abbiamo raccolte più di 300mila)

2. Facendo pressione sui social dall’inizio della sua vicenda (08/02/2020)

3. Tenendo viva l’attenzione sulla sua storia, con articoli e interviste (grazie a Carlo Verdelli che ci chiese di parlarne anche su @oggisettimanale)

4. Con il lavoro parlamentare (I): la mozione a prima firma mia e di @nomfup per la concessione della cittadinanza italiana (02/2021), sostenuta anche da Liliana Segre

5. Con il lavoro parlamentare (II): la mozione approvata all’unanimità alla Camera e al Senato

6. La foto di Zaki nel mio ufficio

7. Partecipando a tutti i presidi di @amnestyitalia




Comments


bottom of page