Presentazione rapporto OCSE: African Economic Outlook 2015

Il continente africano è diventato un luogo prioritario per la politica estera italiana. Questo dal punto di vista della diplomazia della crescita, degli equilibri geopolitici mondiali, come dimostrano le migrazioni, della composizione regionale dei conflitti e della convivenza fra religioni. Attraverso lo strumento di una sempre più stretta cooperazione, questa è una legislatura che con l’Africa e guardando all’Africa sta facendo un lavoro importante per raccogliere la sfida dello sviluppo sostenibile per l’Africa e per l’Italia.

In qualità di presidente della sezione italiana dell’Associazione dei parlamentari europei per l’Africa (AWEPA), impegnata da molti anni per sostenere il rafforzamento della democrazia parlamentare, della stabilità e della pace in Africa, ho promosso ieri pomeriggio la presentazione al Senato dell’African Economic Outlook 2015 insieme alla Società geografica italiana, al Centro relazioni con l’Africa e al Comitato permanente sull’Africa della Commissione esteri della Camera.

Alla presentazione del rapporto, curata dal Direttore del Centro di Sviluppo dell’Ocse Mario Pezzini, sono intervenuti il deputato di SEL Erasmo Palazzotto, Presidente del Comitato Permanente sull’Africa e le Questioni Globali della Commissione Esteri e Comunitari della Camera dei Deputati, Paolo Sannella, Presidente del Centro relazioni con l’Africa, Kamara Dekamo Mamadou, Ambasciatore della Repubblica del Congo e Decano del Corpo Diplomatico africano accreditato al Quirinale, Daniele Mezzana, del Cerfe, Ambasciatore Luigi Marras, Direttore generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Haladou Salha, Rappresentante Unione Africana. Le conclusioni sono state affidate a Fabrizio Barca, Dirigente Generale del ministero dell’Economia e delle Finanze.

E’ stata una iniziativa importante e partecipata, che ha messo in luce come il continente africano rappresenti una terra d’opportunità per l’Italia e per l’Europa. Il Parlamento italiano e il Governo devono continuare e raddoppiare gli sforzi per accompagnare le nostre imprese nell’affrontare nuovi mercati, con l’obiettivo di favorire una crescita bilaterale e favorire così lo sviluppo di un’area a noi geograficamente vicina e di nostro preminente interesse.

#africa #cooperazione